SVILUPPO SOCIALE

"Dare dignità attraverso il lavoro, perché se la povertà non permette di sollevare la testa, la dignità consente di non chinarla."

donna

Quest'area di sviluppo di Andiamo Youth Cooperative
Trust mira a fare acquisire ai propri membri le conoscenze, le abilità, i sentimenti ed i comportamenti che li mettono in grado di partecipare alla realtà cooperativa.

Quest'area di intervento è il "seme" di tutto quello che Andiamo Trust è oggi. Questo seme fu messo a dimora nel 1984 da Padre Mario Pacifici, Missionario Monfortano, arrivato a Balaka nel 1978. L'idea iniziale di Cooperativa era proprio quella di dare dignità attraverso il lavoro, oppure, usando proprio le parole di Padre Mario, "dare loro almeno una povertà dignitosa".

Tanta strada è stata fatta ed Andiamo oggi si muove attraverso le sue quattro aree di sviluppo, ma qui, dove tutto è nato, c'è sempre un'attenzione particolare.

Le attività all'interno di quest'area che Orizzonte sostiene sono:

  • Andiamo Social Cooperative
  • Get Up Stand UP
  • Drop by Drop

Oggi nella cooperativa sociale sono occupate 69 persone in una decina di sezioni tra cui falegnami, carpentieri, meccanici, garagisti e calzolai. Prima questa era l’attività centrale della cooperativa, si cercava cioè di dare lavoro a più persone possibile per poter dare loro un minimo stipendio e permettere così alle famiglie dei lavoratori di avere un piccolo reddito. Negli anni Andiamo Trust è molto cambiata e si è trasformata in un ente fruitore di servizi. La Secondary School, l'ospedale, la casa dei bimbi di strada sono solo alcuni esempi ma sono servizi fondamentali per la popolazione del luogo.

Orizzonte Malawi si inserisce quindi in questo contesto, cercando di bilanciare la necessità di avere una parte produttiva in attivo e la possibilità di espandere questa area per dare modo a più persone di lavorare.La necessità di arrivare, anche se con tempi e modi africani, ad una parte produttiva in attivo nasce dall’obbiettivo che ci siamo posti.

Orizzonte Malawi non assiste la cooperativa Andiamo ma collabora con essa per arrivare all’autosostentamento. Questo diventerà possibile soltanto incrementando e sostenendo la cooperativa sociale affinché la parte produttiva riesca a sostenere i  servizi che Andiamo oggi offre alla parte più indigente della popolazione.

E' decisivo l’apporto sia di persone private che di associazioni per la donazione di apparecchiature e delle competenze professionali di volontari nell’edilizia, nella falegnameria, nell’elettrotecnica, nella carpenteria...

Queste persone, così come i volontari che sostengono i numerosi progetti, vengono accolte alla "Casa del Volontario", una semplice ma organizzata struttura in grado di ospitare anche chi decide, per la prima volta, di avvicinarsi a questa realtà...

Questo importantissimo progetto è nato nel 2009, grazie al supporto dell’Associazione Notarile di solidarietà di Bergamo con il contributo determinante di Peppino Nosari ed ora continua grazie al supporto di Orizzonte Malawi.

Get Up Stand Up è un progetto di microcredito che aggrega 221 contadini suddivisi in 20 gruppi e 19 villaggi nel comprensorio della cittadina di Balaka.

Andiamo Trust anticipa sementi e concime a questi gruppi di contadini ed essi rimborsano a fine raccolto. Da poco è stata introdotta la possibilità di rimborsare il dovuto direttamente con il mais, che verrà poi utilizzato nelle scuole e negli asili. In questo modo gli agricoltori sono sicuri che parte del raccolto sarà sicuramente venduto. Oltre al costo dello staff che coordina il progetto c'è un ulteriore costo per la Cooperativa ma un grossissimo vantaggio per gli agricoltori: il prestito viene rimborsato senza nessun interesse, senza tenere conto quindi neppure dell’inflazione. La visita periodica di un rappresentante di Andiamo e di un agronomo garantisce loro un supporto logistico non indifferente.

Solo il 25% dei contadini coinvolti nel progetto ha accesso all’acqua per poter irrigare i propri campi di mais, ne consegue che la maggior parte degli agricoltori per avere un raccolto soddisfacente deve sperare in una stagione delle piogge clemente. Una stagione delle piogge scarsa oppure con violenti nubifragi da un lato vanifica gli sforzi degli agricoltori e dall'altro aggrava ulteriormente il bilancio della Cooperativa, che avrà una percentuale di restituzione del credito prossima allo zero.

La produzione di mais del 2019 è vicina ai 900 quintali, ed ha contribuito quindi ad aumentare la sicurezza alimentare nei villaggi dove il progetto è attivo.